Metodo Bates

Il METODO BATES è un percorso di crescita e consapevolezza visiva che, con un approccio olistico, mira a ristabilire il modo naturalmente efficiente di usare lo sguardo, attraverso il riconoscimento dei meccanismi che lo limitano e il cambiamento consapevole delle proprie abitudini visive.

Fu W. H. Bates, oculista americano di inizio ‘900, a mettere a punto queste pratiche, basandosi su tre principi: movimento, rilassamento e centralizzazione. Sciogliendo le nostre rigidità visive-mentali possiamo pian piano riportare equilibrio e ristabilire una relazione naturale e funzionale tra occhi, corpo e mente.

In un’atmosfera di rilassamento, divertimento e condivisione si proporranno pratiche che coinvolgono sia il livello propriamente oculare (mobilità, rilassamento, messa a fuoco, campo visivo, visione binoculare) sia il livello mentale (memoria visiva, visualizzazione, presenza mentale).

L’obiettivo è quello di guidare ciascuno verso una maggiore consapevolezza della propria visione applicando i principi del metodo e migliorare il proprio modo di vedere, fino a togliere progressivamente la dipendenza da lenti e occhiali.

Questo lavoro è rivolto a tutti, in particolare a: chi ha problemi di vista (miopia, ipermetropia, astigmatismo, presbiopia, occhio pigro e strabismo); chi vuole prevenirli; chi, passando tante ore davanti a pc e smartphone, avverte stanchezza, secchezza o bruciore agli occhi, irritazione o mal di testa; chi semplicemente vuole scoprire e prendere consapevolezza dei propri occhi e della visione naturale.

Il docente

Daniele Fipaldini, naturalista, è nato a Roma nel 1982 e si è formato come educatore visivo nella scuola A.I.E.V. (Associazione Italiana per l’Educazione Visiva) diretta da Maurizio Cagnoli. Si occupa di visione naturale e di metodo Bates da diversi anni, seguendo convegni, workshop e seminari di aggiornamento sia in Italia che all’estero. Ricercatore libero e indipendente, è sempre stato affascinato da discipline psico-corporee di crescita personale e coltiva arti come il tai chi chuan, la giocoleria e il pianoforte.